“Cara Befana, portaci un’ambulanza”

L’associazione Verde azzurro Pan di Zucchero di Nebida chiede alla Befana un’ambulanza in dono. “Vogliamo estendere la nostra attività di volontariato anche in ambito socio-sanitario” spiega il rappresentante dell’associazione Giuseppe Fonnesu.

“Da oltre 10 anni operiamo nel settore ambientale, ma negli ultimi due anni abbiamo rivolto la nostra attenzione anche alle esigenze dei 900 abitanti della frazione, il 70 per cento composto da pensionati che hanno lavorato in miniera”.

Il motivo è legato soprattutto alla mancanza di assistenza: “Nebida non possiede mezzi di soccorso, dista 18 chilometri dal più vicino ospedale. Per tale ragione l’organizzazione di volontariato sta operando, attraverso le autorizzazioni della Regione, anche negli ambiti di protezione civile e supporto socio-sanitario. Ma attualmente, nonostante le autorizzazioni siano regolarmente registrate, i volontari non possono ancora operare a causa dell’impossibilità economica di acquistare mezzi e divise necessarie”.

Per questo motivo, conclude Fonnesu: “Confidiamo in un segno di solidarietà verso la frazione affinché si possa finalmente dare inizio ad un servizio dal quale purtroppo nessuno potrà mai considerarsi immune e pertanto indispensabile”.

Tratto da unionesarda.it del 05.06.2016 articolo di Ilenia Mura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *